19 luglio 2009

Ho ucciso delle melanzane!

Da quando piantiamo le giovani e fragili piantine nel nostro orto alla raccolta dei primi frutti, non smettiamo mai di preoccuparci: del tempo, del suolo, delle infestanti, dei parassiti… Lo faccio anch’io; fa così anche Danda che osserva con preoccupazione i fiori e le foglie dei suoi pomodori e lo racconta nel suo post Evviva, il primo fiore! / Hurray, the first flower!
Forza, Danda, alza il pollice verde!

Chi decide di piantare sul proprio balcone pomodori o peperoni al posto dei soliti gerani o campanelle, ha compiuto un grande passo. Si inizia così ;)
pomodoro
A me quel passo mi ha portata lontano dai clamori della città e dal tempo che sfugge veloce.

Ed eccomi qui, felice del vivere lento. 

Slow life, slow food, slow art.

pomodoro
Mi sono affezionata alle mie melanzane e ai porri - soldatini verdi. Sono cresciuti in modo sano e naturale, biologico ed ecologico.

melanzane porri
Li ho accuditi per mesi (amano il hip-hop!), li ho difesi…
Ho indugiato per giorni prima di coglierli!

Raccolto del giorno: pomodori, melanzane, cetrioli, cipolle, tutti dal nostro orto biologico
Ma alla fine della giornata, la vista di succosi pomodori, cetrioli e melanzane, profumati e maturi, mi ha riportata a vedere le mie amate creature come dei semplici ortaggi.
Buon appetito!
Vado ad accendere la griglia :)


Consigli utili per la difesa biologica dell'orto:Il piretro, il crisantemo dalmata, gli afidi, le coccinelle e le formichine

7 commenti:

  1. Per supplire alla difficoltà del reperire le erbette fresche come la maggiorana, il cerfoglio, la menta, il coriandolo e tante altre ancora, abbiamo deciso di coltivarcele.

    La nostra scuola di cucina, avendo necessità ovviamente ridotte rispetto a quelle di un ristorante, non può farsele inviare direttamente dai distributori (che le inviano solo a chili).

    Allora ho deciso di mettermi d'accordo con mia suocera e fare un piccolo orticello nel giardino della sua villa. Poi magari riforniamo anche gli amici della zona :)

    RispondiElimina
  2. Your pictures especially the tomatos brought back memories of my father and our tomato garden.

    RispondiElimina
  3. Il titolo di questo post mi ha fatto precipitare a leggerlo: già mi immaginavo una scena splatter a base di pomodoro e melanzana trucidata! :D
    E invece vedo delle foto di stupendi pomodori, melanzane e porri!
    Che dire! Ammiro la tua costanza e la tua pazienza che hanno fatto crescere in maniera sana ogni frutto. Prenderò spunto da te e dai tuoi consigli! Grazie ancora per il tuo incoraggiamento!

    RispondiElimina
  4. fradefra:
    Bello, e che le piantine vi crescano in prosperità!
    Tante volte ho visto in televisione i grandi chef andare direttamente nell’orto del contadino di fiducia per scegliere personalmente l’ortaggio desiderato.
    Da sicurezza sapere che le piante sono le stesse che coltiva per consumarle in famiglia; oggi se ne sentono tante...
    L’orticello dalla suocera, hmmm…
    Hai anche la fortuna che l’innaffia lei?
    :)
    Gli amici saranno felici dell’abbondanza dell’orticello!

    RispondiElimina
  5. Danda, ogni volta che devo rifornirmi di “creature”, mi viene la lacrimuccia. Soprattutto quando prendo le cipolle :))))

    RispondiElimina
  6. Selbon:
    I love vegetable and herb gardens; orchards and sculpture gardens...
    I love gardening: it makes my thoughts flowing smoother; it makes me feel calm and relaxed but with energy and strenght...
    It often gives me memories maybe similar to yours: of my childhood, of dear people, of how life can be simple, at the end.

    Even if I grow vegetables to eat them, I almost named every of them! In my post I'm joking about that and about how I keep my eye on them constantly.
    8]
    ...still seeing them from the window of my studio...
    ;)

    RispondiElimina
  7. And... thank you ALL for visiting!

    RispondiElimina