29 dicembre 2008

Arte del vintage o riciclo eco-artistico?

Vintage, rétro, riciclato, eco chic... I nomi cambiano, si susseguono, ma le abitudini restano sempre quelle vecchie. C'è chi ama l'odore del nuovo, c'è chi osserva i segni del passato in oggetti da riciclare, regalandogli una seconda vita.
A me capita spesso di comprare un oggetto che non mi piace, spinta dal desiderio di ridargli la bellezza della quale è stato privato. Alla fine l'oggetto reinventato trova una nuova collocazione riconquistando la sua dignità e - senza sprechi inutili.

Eco - design è oggi rappresentato bene da molti artisti. Alcuni, magari, nemmeno sapevano di fare parte di un corso d'arte nuovo quando l'hanno intrapreso. Mio padre, anche lui un pittore, ha iniziato ad usare materiale di scarto per creare le sue opere decenni fa, guidato in parte dalla filosofia che lo riportava al passato (ai tempi di guerra e di carenze), in parte dal suo carattere e dalla infinita curiosità.

Artisti giovani di oggi già nascono con coscienza intrisa di ecologia, che come punto di partenza rappresenta solo un vantaggio per tutta l'umanità. Semplicemente vecchio, riciclato, eco friendly, old fashioned o vintage che sia, un oggetto si esprime sempre bene nelle mani di un vero artista.

Rainer Prohaska, eco design
Rainer Prohaska98 Chairs
'Delta Star Ship Operation'
Cernovoda - River Danube

***Sculptures, which can also be called modular architectural interferences, built from prefabricated and already existing parts; interactive installations in public space with changing content; cooking performances... This artist will surprise you!

Nessun commento:

Posta un commento