21 febbraio 2009

Alloctona o autoctona?

Che cosa significa alloctona e autoctona?
Facciamoci aiutare dal corpo forestale dello stato nel chiarire questi concetti:Una pianta autoctona (dal greco auto=medesimo e chthon=terra) è originaria e nativa del paese ove vive.
Una pianta alloctona (dal greco allo=diverso e chthon=terra) è il suo contrario, non si è originata nella zona in cui vive, ma altrove.
In mezzo alle due si trova un'altra grande ed importante categoria: sono le piante naturalizzate, che sono state inserite nell'ambiente, si sono ben adattate, riproducendosi spontaneamente ed affermandosi come resistenti. La loro peculiarità sta nel fatto che si sono mimetizzate a tal punto che qualche volta rappresentano elementi caratterizzanti dei nostri paesaggi.
Cupressus sempervirens L. o Cipresso comune è originario delle regioni mediterranee europee (Grecia, Creta, Cipro) da dove si è poi diffuso in tutta Europa ed in altri continenti.



Pinus pinea o Pino domestico, invece, è originario della Spagna.


A proposito, è il pino domestico a regalarci i buonissimi pinoli.

E così il nostro cipresso ed il pino domestico parlano il greco, il turco e lo spagnolo. Ma stanno bene nei nostri giardini, tant'è che oggi nei parchi storici possiamo ammirare collezioni di piante che provengono da tutto il mondo.

Specie alloctone, autoctone e naturalizzate stanno bene insieme in un fantasioso paesaggio della quotidianità, offrendo ad ognuno di noi tre volte tante cose da scoprire.

Da visitare:
L'Orto Botanico della Tuscia

Da leggere:
Pinoli - frutti del desiderio

Nessun commento:

Posta un commento