13 aprile 2009

La casa vintage di Philippe Model

Penso che le case, come le persone, abbiano bisogno del “abitatore” giusto, dicevo nel mio post La casa. Questa è un ottimo esempio dell'abbinamento riuscito! E' una delle prime case che mi hanno veramente affascinata e sedotta per fantasiosi abbinamenti di mobili importanti con quelli di improbabile provenienza; per la ricerca del colore minuziosamente condotta; per come mantiene le sue nobili origini concedendo al suo artefice lo spazio ludico indispensabile per un creativo... Avanti nelle scelte rispetto al periodo in cui si è rivelata al pubblico, oggi è più attuale che mai.
Abitazione - laboratorio di Philippe Model, creatore di moda, in un palazzo parigino di fine ‘600, progettato da Jules Hardouin-Mansart, architetto di Luigi XIV

Cappelli, scarpe, borse e guanti sullo sfondo architettonico - decorativo del '700; pareti rosa cipria e parquet di Versailles originale! Un recupero eccezionale, fuori dei canoni, di grande sensibilità.
photo courtesy Massimo Listri

Questa è l'abitazione-ufficio di Philippe Model, creatore di moda conosciuto per la produzione di cappelli, scarpe, borse e guanti.
E' un appartamento parigino situato in un palazzo di fine '600 progettato da Jules Hardouin-Mansart, architetto di Luigi XIV dove Philippe Model ha riportato alla luce elementi architettonici e decorativi originari del '700. Grazie alla sua attenzione, pazienza e tenacia ha rinvenuto preziose tracce del passato. Sotto gli strati di linoleum, moquette e compensato si nascondeva, pensate, il parquet di Versailles originale. L'appartamento era pieno di controsoffitti, scarichi esterni, soppalchi metallici ed altri simili oltraggi. Una volta "liberato" ha rivelato la bellezza, lo slancio, le auree proporzioni e giochi di simmetrie. Philippe Model ha recuperato tutto quanto era possibile, dando risalto alla versione originaria. Laddove il restauro sarebbe risultato artificioso per colpa di trasformazioni precedenti troppo invasive ha lasciato che le visibili "ferite" testimoniassero il passato.

Le stanze si differenziano per atmosfera e vocazione; sono ricche e variegate come chi le abita. Philippe Model le ha riempite di oggetti da lui patinati; di tende, mobili e mantovane; di luce. Le infinite nuances di rossi caldi e sensuali, profondi e malinconici, freschi e civettuoli, freddi e distaccati completano l'imprimitura di questo sensibile creatore.

Robert Colonna d'Istria: Mansart ressuscité
A Paris, chez Philippe Model

Campioni di colore: Winsor & Newton fine watercolors
I use
Winsor & Newton fine watercolors

4 commenti:

  1. Questo è uno degli stili per gli interni che preferisco in assoluto. Non sono molto esperto in questo argomento ma trovo gli accostamenti scelti accurati, accoglienti ed interessanti.

    RispondiElimina
  2. Max T, per uno che non è “molto esperto in questo argomento” hai buon gusto!
    Concordo; gli accostamenti giocosi e ludici di Philippe Model sono interessantissimi!
    Mi piace molto la bici e la botte in mezzo alle modanature settecentesche.
    Come dire, mi piace l’antico, ma ho anche una bici alla quale ci tengo…
    Philippe Model non ha bisogno di ostentare; la sua abitazione non è un’esposizione di nature (molto) morte ma riflette la continua metamorfosi del creativo che la abita.
    Grazie del tuo commento :)

    RispondiElimina
  3. Anonimo10:25

    Bellissima casa!!!Lui è veramente all'avanguardia ma avete visto le sue scarpe?Io le trovo meravigliose!!!é un artista vero e proprio..andatevele a vedere ho trovato un sito che le ha www.cleofeshop.com meritano l'attenzione dei creativi!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie per la segnalazione, Anonimo.

    RispondiElimina