15 ottobre 2011

Ai Weiwei - artista numero uno nella classifica ‘2011 POWER 100’

A compilare la lista dei 100 artisti più influenti del mondo è la rivista ArtReview ed a conquistarne la cima è Ai Weiwei.
L’artista cinese, famoso in tutto il mondo per aver collaborato al progetto dello stadio delle Olimpiadi di Beijing (noto anche come Bird's Nest), è stato proclamato numero uno sia per il suo attivismo che per la sua pratica artistica.

Bird's Nest, Nido d'uccello, Stadio nazionale, Beijing, Cina

Il 3 aprile di quest'anno Ai Weiwei fu drammaticamente arrestato all'aeroporto di Beijing e trascorse 81 giorni in carcere. L’arresto e detenzione furono motivati come parte di ciò che fu descritto come un’indagine per crimini economici.

Ai Weiwei, architetto, artista numero uno nella classifica dei 100 artisti più influenti del mondo, 2011 POWER 100, ArtReview, stadio delle Olimpiadi di Beijing
Artista cinese Ai Weiwei davanti allo studio di Beijing dopo il rilascio a giugno 2011
Foto: Peter Parks/AFP/Getty Images

Ciò nonostante, la sua attività espositiva rimase intensa; la mostra alla Lisson Gallery di quest'anno ebbe luogo mentre l'artista era ancora imprigionato.

Ai Weiwei, Vasi Colorati, Lisson Gallery, creatività, vasi antichi cinesi della dinastia Han
Ai Weiwei, Vasi Colorati (2009), Lisson Gallery 2011
Foto: Soraya Gilanni for Art Observed

Fu rilasciato ma con una serie di restrizioni sui movimenti e sulla libertà di espressione.
Il potere e l'influenza di Ai Weiwei, che vanno oltre alla sfera strettamente artistica, derivano dal fatto che il suo lavoro e le sue parole sono diventati catalizzatori per i dibattiti internazionali che influenzano ogni nazione del pianeta. Le sue attività hanno ricordato al mondo che la libertà di espressione è un diritto fondamentale di ogni essere umano.

"Il suo attivismo ci rammenta come l'arte possa raggiungere un pubblico più grande e connettersi con il mondo reale", ha detto Mark Rappolt, il direttore della rivista.

Ai Weiwei, Lisson Gallery, la creatività è il potere di rigettare il passato
Foto: atsukojoe.wordpress.com

“La creatività è il potere di rigettare il passato, di cambiare lo status quo e di cercare nuovi potenziali”
Ai Weiwei

Nell'elenco, il più internazionale ad oggi, sei posizioni sono occupate dagli italiani Germano Celant (63), Massimo De Carlo & Mario Cristiani (78), Lorenzo Fiaschi & Maurizio Rigillo (79), Massimiliano Gioni (80), la stilista Miuccia Prada (85) e i galleristi torinesi Franco Noero e Pierpaolo Falone (98).

Una è tenuta dall’artista serba Marina Abramovic, salita dalla posizione 35 dell’anno scorso alla 23 di quest’anno.

La classifica 2011 POWER 100 può essere vista sul sito di ArtReview, dove è stata anticipata la pubblicazione (con profili completi, analisi, caratteristiche e foto) che seguirà nel numero di novembre.

2 commenti:

  1. "Creativity is the power to reject the past..."
    A lot to think about!

    RispondiElimina
  2. Generally I would agree; creativity can be used in many different ways.
    Rejecting the past - if necessary, I would add.
    Put it down, restart the time, the body, the mind...
    Being creative - it's less heavy.
    I know, sometimes one gets tired of being told "be creative". What does it mean?
    Well, just to begin, I think that even small gestures or things that one changes and makes better - may be enough to be and feel creative...

    RispondiElimina