9 novembre 2010

Effetto craquelé: come utilizzare la vernice invecchiante e screpolante

La finitura a craquelè (o craquelure) è una tecnica utilizzata per dare ai mobili un aspetto vissuto, logorato ed anticato, imitando una vecchia vernice screpolatasi dal tempo.
La screpolatura dei mobili nel passato era dovuta alla scarsa qualità della vernice usata per finirli oppure ai cambiamenti della temperatura subiti. Spesso era solo un segno del passare del tempo. Visitando qualche museo potete osservare la sottilissima rete di solchi che spesso appare sulla superficie dei quadri antichi e prendere spunto sull’aspetto da dare ai mobili ed oggetti che volete invecchiare.
Craquelè - la sottilissima rete di solchi che spesso appare sulla superficie dei quadri antichi
Occorre che vi procuriate due vernici, invecchiante e screpolante, da usare combinate. Potete trovarle nei negozi di belle arti e colorifici specializzati.
La finitura a craquelé - una tecnica utilizzata per dare ai mobili un aspetto anticato
Prima di procedere ricordate che il mobile deve essere ben pulito e preparato per l’applicazione della finitura. Se intendete fare la finitura di un mobile in legno nuovo, ricordate che questo è molto assorbente e può succedervi che il mobile “beva” tutta la vernice invecchiante non lasciando in superficie nulla che si possa screpolare al contatto con la vernice successiva.
E’ uno dei punti dolenti dell’utilizzo di questa tecnica.
L’altro consiste nel determinare la giusta quantità di vernice da usare, il momento giusto della sovrapposizione delle vernici e la temperatura giusta per favorire la screpolatura. Questi fattori possono determinare la buona riuscita della vostra impresa; cercate di attenervi alle regole di base:
  • Preparate la superficie in maniera adeguata: deve essere pulita, liscia e non troppo assorbente. Stendete la vernice invecchiante, quella a olio. Una mano leggera produce screpolature più piccole; una mano più pesante forma screpolature molto marcate.

  • Aspettate l’essiccazione della vernice a olio - deve risultare quasi asciutta. Fate la prova toccandola con un dito: non si deve attaccare, ma solo appiccicare un po’.

  • Applicate una mano leggera della vernice screpolante, quella ad acqua. Deve essere minore rispetto a quella a olio per ottenere screpolature più marcate e grandi.
    Se il risultato non è soddisfacente, i casi sono due: la prima vernice era troppo asciutta - le screpolature sono scarse; la prima vernice era troppo fresca - le screpolature sono sbavate e grossolane.

  • Perché si formino le screpolature, deve evaporare l’acqua contenuta nella seconda vernice. Più rapidamente l’acqua evapora, più marcate saranno le screpolature. Conviene lavorare al sole o in un ambiente riscaldato, aiutandosi anche con un asciugacapelli. Non esagerate con il calore; potrebbe succedervi che la vernice si stacchi.

La finitura a craquelé è sensibile all’acqua; dopo la completa essiccazione occorre proteggere il mobile con uno strato di vernice finale a olio oppure un’inceratura a più passate, che servirà anche per accentuare le screpolature ottenute.
Non scoraggiatevi da qualche eventuale insuccesso iniziale; con la pratica arriverete a controllare meglio la dimensione delle screpolature.

10 commenti:

  1. Uzivam u druzenju sa Tobom! Dodji po nagradu `kod mene` na blog, :)

    RispondiElimina
  2. Hvala, Radice! I meni je zadovoljstvo poznavati te. Hvala za nagradu.

    RispondiElimina
  3. This is really hard work! I'm glad to learn about it; glad someone like you can explain the process. Do people do their own "antiquing" or do they have professionals do this job?

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    come stai?
    ...letto con piacere il tuo saluto...
    qua da te è tutto sempre più bello...e interessante!
    Un abbraccio
    azzurra

    RispondiElimina
  5. Grazie, azzurra; un abbraccio anche a te!

    RispondiElimina
  6. Thank you, lakeviewer. I shared what I knew with pleasure.

    Sometimes we might have a piece of furniture with no great past or sparkling future that we would like to change. One of the many ways to add a bit of character to it is to antique it.
    You don't have to be highly skilled to do the craquelè antiquing though I can't either say that it is trivial. A good professional decorator would complete the antiquing with different layers of patina, or, what is even more interesting, would leaf gild it, paint it or stencil it before antiquing...

    RispondiElimina
  7. Wow! Che meraviglie!Complimenti!

    RispondiElimina
  8. Angela, grazie!
    Spero che tu abbia trovato qualcosa di utile nel mio blog :)

    RispondiElimina
  9. Anonimo14:47

    Ciao, ho un problema con questa tecnica... sto decorando una vaso di terracotta.
    1 ho smaltato il vaso, con uno smalto all'acqua bianco lucido (2 mani)
    2 ho passato una vernice invecchiante
    3 ho dato una mano di screpolante
    Ora arrivano i problemi! Ogni volta che vado a passare il colore per evidenziare le crepe quando tolgo gli eccessi (panno carta leggermente bagnato) è come se il film della vernice screpolante viene via e sotto mi lascia un fondo appicicaticcio! :( dove sbaglio?!?! Può essere che i prodotti (invecchiante/screpolante) siano incompatibili tra loro (sono della stessa marca)?
    Grazie
    Emanuele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuele; non farti scoraggiare da questo insuccesso iniziale. La screpolatura è una tecnica che qualche volta fa le bizze.
      Leggendo il tuo messaggio mi sono chiesta:
      -Lo smalto all'acqua bianco lucido con il quale hai smaltato il vaso era ben asciutto prima di procedere?
      -Dopo la vernice screpolante hai atteso che il lavoro asciugasse prima di procedere con la patinatura? La vernice screpolante asciuga in fretta, prima di quella sottostante (invecchiante). E proprio questa la causa della comparsa delle crepe. Forse la vernice invecchiante non era ancora completamente asciutta quando hai iniziato la patinatura e/o il prodotto che hai usato per patinare il vaso (per evidenziare le crepe) non era compatibile.
      -L'ambiente in cui lavoravi era troppo umido?
      -Hai usato il phon tenendolo magari troppo vicino al vaso?

      Mi sembrerebbe strano se i prodotti che hai usato fossero incompatibili pur essendo della stessa marca! Posso solo consigliarti di leggere attentamente le indicazioni del produttore, di seguirle accuratamente e di riprovare!
      Buon lavoro!

      Elimina