7 maggio 2010

Colline pisane

Qualche timido raggio di sole si è affacciato oggi sulle nostre colline. Non era molto convincente ma è bastato per convincere noi ad andare a fare un giro all'agraria.
Si trova in una bellissima posizione, in mezzo alla natura, a metà strada tra Ponsacco e Casciana Terme; mi piacerebbe se ci fosse accanto anche un piccolo bar, dove prendere un caffé e scambiare due chiacchiere sugli orti, gli ulivi e la pioggia incessante. Ma non c’è ed è un vero peccato.
Uscita di casa ho dato un’occhiata veloce alle piante nel giardino. Questa piccola, appesa nel suo cestino sullo sfondo di legno decapato, era tra le poche con un portamento bello, eretto ed allegro.
Le altre sembravano più stanche per la pioggia, come me.
Non mi sono goduta la rigogliosa fioritura delle iris; è passata quasi inosservata, sotto al velo di acqua di queste giornate scure e nuvolose. Non mi resta che guardare le foto dell’anno scorso fatte in pieno sole.
La lunaria ha perso i fiori ed ora maturano le sue “monete del Papa” piene di semi.
Un altro paio di sguardi frettolosi, e siamo partiti.
Ho voluto fare un “giro lungo” per scattare qualche foto; la luce non era perfetta, visto il tempo, ma esaltava la ricchezza dei verdi in decine di tonalità diverse. Qualche fermata qua e là, per immortalare gli scorci nascosti della campagna toscana che aspettano di essere trovati.
Scendendo verso la valle la vista si apre verso le dolci colline incorniciate dai fiori spontanei.
La sagoma scura del cipresso sembra quasi un punto esclamativo che dice:
“Guarda che bella vigna!”
I rami esili di questa pianta hanno un bellissimo ritmo decorativo; osservare la natura mi aiuta molto a creare un repertorio immaginativo da usare nella decorazione murale.
Con il “bottino” in macchina ritorniamo a casa.
Spero che il tempo migliori; siamo indietro con i lavori nell’orto perché la terra è troppo bagnata per piantare le giovani piantine.
L’erba nella vigna non si riesce a tagliare perché i cingoli del trattore lascerebbero solchi profondi e si riempirebbero di fango. Ma il suo colore e molto bello, e le ombre creano un gioco cromatico ricco di sfumature sulla collina di fronte. Nella valle, Ponsacco è lontana e sfumata dalla foschia tanto da sembrare un miraggio...

7 commenti:

  1. Thanks for such wonderful descriptions. It felt as though I were reading pure poetry. Lovely pictures as well.

    RispondiElimina
  2. ..tutto questo verde lascia sognare!.."Lunaria" ecco come si chiamava..era da parecchio tempo che me lo chiedevo! ;)

    RispondiElimina
  3. Lakeviewer, thanks, you are very kind.

    RispondiElimina
  4. Sognoametista, mi impegno ad imparare i nomi univoci delle piante (in latino) - per difficoltà linguistiche dovute alle mie origini… :D

    RispondiElimina
  5. I'm guessing your mother still lives in the old country. You told me you too left home and made a new life for yourself. I do know how it feels to leave your family behind. Too well. I've never reconciled myself to having my body and life in one place and my soul and family somewhere else. Quite a price to pay; yet, in some ways we all have to leave something/someone we love behind to forge new paths.

    Notice that I didn't mention my mother in my post; it is too hard to think of her-now deceased-who also suffered for not having me around any more.

    In time, when you have your own children, you will find some peace.

    Mothers are always in our hearts.

    Thanks for the visit.

    RispondiElimina
  6. Lakeviewer, you made my day.
    Thank you.

    To read my response to this beautiful lakeviewer's comment, visit:
    http://sixtyfivewhatnow.blogspot.com/2010/05/weve-been-there.html?showComment=1273531454038#c3176484274953347352

    RispondiElimina
  7. You do know that your eloquence and sensitivity come from that space that needs filling. You are wiser and richer because of this pain, this struggle, this dilemma. Few people can verbalize this hunger and thirst that immigrants have. Though your life is marvelously rich and successful, you have paid for it dearly.

    I'm honored to have found someone who understands this. My own children have no frame of reference to understand this loss.

    You have an artistic soul and great works of art will be created because of how and what you feel.

    p.s. Thanks for your comment on my blog: it made me smile and swallow my tears at the same time.

    p.ps. Your Italian is rich! Your English is superb. You are a great success on many levels, least of which is having a great heart.

    RispondiElimina