25 febbraio 2009

L’intonaco a cocciopesto

Il cocciopesto è un materiale ecologico molto adatto alle case di campagna, un pò umide e trascurate, tanto quanto lo è per le case di Venezia, perenemente bagnate dalle onde, dove è stato ampiamente usato.
E' costituito da calce mescolata a coccio pestato - mattoni e manufatti in laterizio macinati finissimamente. E' utilizzato dall’età romana come impermeabilizzante (rivestimento di vasche o di cisterne) o nei pavimenti. Ancora oggi trova le sue applicazioni con la stessa forza. Io l'ho utilizzato per rifare un piccolo bagno della casa della quale alcune parti risalgono al 700.

Puoi vedere come ho fatto leggendo il post Vano doccia in cocciopesto.
Cocciopesto nel passato:
Nell’intonaco a cocciopesto l’inerte era sostituito con un’opportuna percentuale di cocciopesto, che dotava la malta di una discreta idraulicità e caratterizzava esteticamente la finitura, in relazione al colore delle scaglie di mattone impiegato, rosso giallo nel caso di mattoni ferraioli, ricchi di scorie e quasi refrattari e rosso bruno, in quello dei mattoni molto cotti. Per ottenere altre colorazioni potevano essere aggiunte delle sabbie colorate.
Testo di Flavia Trivella, pubblicato nel n° 28 del bimestrale Materiali Edili (Alberto Greco Editore)
Tecniche di decorazione pittorica tradizionali-introduzione
Il marmorino
Lo stucco
Il graffito (o sgraffito)
L’affresco
Il fresco secco
La tempera a colla
L’encausto
La pittura ad olio

2 commenti:

  1. Anonimo09:46

    ciao sono nicola ho visto le foto e ho capito che amo il cocciopesto, potresti dirmi per favore come dovrei lavorarlo per fare un pavimento? grazie

    RispondiElimina
  2. Ciao, Nicola; si, il cocciopesto è proprio un bel materiale. Non a caso è usato dall’antichità! E’ bello da vedersi, ma risulta molto piacevole anche al tatto.
    Illuminato dal sole in momenti diversi della giornata riflette colori diversi: dal più chiaro al più “ombroso”, dal giallino al caffèlatte…
    Io l’ho fatto fare come rivestimento nel bagno; puoi vedere le foto delle varie fasi di lavoro nel mio post Vano doccia in cocciopesto,
    http://decomondo.blogspot.com/2010/03/vano-doccia-in-cocciopesto.html
    dove troverai anche il link al sito del produttore.

    Forse ti piacerebbe leggere anche il post Pastellone veneziano;
    http://decomondo.blogspot.com/2009/11/pastellone-veneziano.html
    parla della realizzazione dei pavimenti a superficie continua.

    Per quanto riguarda le domande su procedimenti tecnici, il modo migliore per avere le risposte è quello di chiedere informazioni alla ditta che propone il materiale in questione; io di lavoro faccio la decoratrice :)

    RispondiElimina