28 febbraio 2009

Il fresco secco

E’ una semplificazione della tecnica del “buon fresco”, che permetteva di lavorare anche in condizioni di esposizione diretta alla luce solare ed in presenza di vento. L’intonachino di supporto, lasciato asciugare completamente veniva, prima di iniziare la coloritura, strofinato con pietra pomice, in modo da riaprire i pori della malta e bagnato abbondantemente con acqua e calce.

testo di Flavia Trivella, pubblicato nel n° 28 del bimestrale Materiali Edili (Alberto Greco Editore)

Tecniche di decorazione pittorica tradizionali-introduzione
Il marmorino
Lo stucco
L’intonaco a cocciopesto
Il graffito (o sgraffito)
L’affresco
La tempera a colla
L’encausto
La pittura ad olio

Nessun commento:

Posta un commento